CERIMONIA DEL WESAK 18 maggio ore 18-20,30

Wesak Acquariano 18 Maggio 2018

 

Il  WesakAcquariano (il wesak dell’era dell’acquario) è la festa spirituale più importante dell’anno e coincide con la luna piena dello Scorpione, nel mese solare del Toro, perciò detta anche “Luna Piena del Toro” o “Plenilunio del Toro”. Essa celebra la discesa sulla Terra di Buddha che si congiunge a Cristo, una volta all’anno ed è rivolta a tutti

Nella Tradizione Buddista invece, il Vesak celebra la sola discesa di Buddha sulla Terra, una volta all’anno ed avviene nella Luna Piena di Maggio ( che può coincidere o meno con la Luna Piena del Toro) ed era rivolta ad appartenenti solo alla religione buddista.

Quando accade che queste due lune coincidono, ovviamente si celebrano contemporaneamente

Il Wesak ACQUARIANO

E’ considerato la festa della “Luce (Saggezza) e del Cuore (Amore)”; Si parla di unione tra Oriente ed Occidente, Mente e Cuore. Durante il Wesak Acquariano, Buddha discende sulla terra, si congiunge a Cristo ed insieme irradiano Luce all’Umanità per donarle un avanzamento spirituale. Pertanto durante questa cerimonia, è comprensibile come sarà forte l’energia unita a quella della Luna Piena. E’ un’occasione che avviene una sola volta all’anno e la benedizione del Buddha ci ricorda il suo atto d’amore verso l’umanità tutta, infatti quando stava per entrare nel Nirvana , voltatosi indietro vide sofferenza, pianti, lacrime e promise che avrebbe varcato la soglia solo dopo che l’ultimo uomo l’avrebbe fatto e che ogni anno sarebbe tornato sulla terra per aiutare il cammino spirituale umano con la sua benedizione, il suo amore, la sua compassione (Si è scelto il giorno del plenilunio del toro per la coincidenza della nascita, illuminazione e morte di Buddha). Il Wesak Acquariano resta soprattutto una connessione col divino, infatti oltre al Buddha si celebrano tutti i Maestri, Le Guide Spirituali (IMaestri Ascesi). E’ un momento di grande energia da vivere e celebrare con gioia, amando se stessi e gli altri soprattutto in questo giorno speciale in cui è più che mai attiva la connessione col Divino, senza dimenticare di essere grati per quello che la vita ci offre di negativo o positivo, aspetti che fanno parte deli’ immenso progetto di cui facciamo parte.

Buon Wesak, festa di compassione, amore, perdono, saggezza e fratellanza.

9e0a3ce0-201f-4356-a58e-2c7d1e93c640

Cosima Portulano Laureata in Lettere nel 1972 si è dedicata all’insegnamento dandogli una impostazione psicopedagogica, prestando attenzione  agli aspetti psicologici e comportamentali.

Da sempre attratta dal misticismo e dalla filosofia dell’India,parallelamente alla sua attività d’insegnante, si è interessata di spiritualità orientale,  fino ad incontrare nel 1995 il pensiero del Maestro Osho che ha poi seguito.

Seguendo un sincretismo culturale basato sul desiderio di conoscenza in ogni campo, ha preso il Master in informatica nel 2000, ma subito è ricominciato il viaggio verso discipline orientate alla visione olistica dell’uomo. Questo è stato concretizzato con l’anno di formazione a Roma al Riza, Scuola di Naturopatia ad indirizzo psicosomatico,2008 dove ha ampliato il suo campo d’interessi, quindi oltre alla filosofia orientale, si è avvicinata all’Ayurveda ed alle altre discipline olistiche e sempre piu alla conoscenza delle forze energetiche che interagiscono nell’uomo, sia esterne che interne, determinandone una migliore qualita di vita.

Accede al mondo dello sciamanesimo, dell’esoterismo, dell’alchimia, della Fisica Quantistica e sempre più al campo dell’Energia, fino a venire in contatto col Reiki Occidentale, prendendo il primo e secondo livello,2007 per poi passare al Reiki Orientale, conseguendo il Master in Reiki  Usui Tradizionale Giapponese nel 2014, dopo aver seguito i Seminari: Shoden (primo livello), Chuden (secondo livello) Okuden (terzo livello), Shinpiden (quarto livello-Master) Presso L’associazione A.I.R.E.

Ora conduce seminari di Reiki e corsi riguardanti la visione indiana dei Chakra, sottolineandone il meccanismo d’azione che coinvolge corpo-mente-anima e guardandoli come porte vers0 la spiritualità.